Organizzazione: F.lli Baldoni Flavio & C.  S.n.c. - Via G. Tavoni n. 952 - 41056 Savignano sul Panaro - P.I. e C.F. 00509640363

Seguici con:

Casella di testo: ASSOLUTAMENTE SI
Il cinema da non perdere

RASSEGNA FILM
12-14-15/02	SANTIAGO, ITALIA
19-21-22/02	OLD MAN AND THE GUN
26-28/02 e 01/03 COLD WAR
05-07-08/03 	IN GUERRA
12-14-15/03	SUSPIRIA
19-21-22/03	NON CI RESTA CHE VINCERE
26-28-29/03	UNA NOTTE DI 12 ANNI
VENERDI’ POMERIGGIO RASSEGNA CON THE
Dalle  ore 17,30  alle ore 18,00 The e Biscotti offerti al pubblico presente.

IN COLLABORAZIONE CON

W. K.

Weekend Kids

Tutti i Weekend Proiezione film per ragazzi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per gli orari di proiezione clicca qui

Per saperne di più clicca qui

Via G. Tavoni, 952Ponte di Vignola

Formica di Savignano sul Panaro - Modena

Segreteria automatica 059/775510 Telefono/fax 059/7520158

———————————————-

PRENOTAZIONI

 

Casella di testo: CINEMA BRISTOL
Multisala

Focus on

 

Giovedì, 14 febbraio

IL CYBORG ALITA - ANGELO DELLA BATTAGLIA. INTRAMONTABILE CLINT, IL CORRIERE - THE MULE.  REX IL CANE DELLA REGINA. DOLCE REMI. MIA, IL LEONE BIANCO, LA NATURA. UN VIAGGIO NELL’ANIMA, GREEN BOOK.

RASSEGNA ASSOLUTAMENTE SI’ SANTIAGO, ITALIA E OLD MAN & THE GUN.

Un budget da 200 milioni di dollari, un coproduttore come James Cameron, qui anche cosceneggiatore, un regista cult come Robert Rodriguez e un manga ancor più cult: Alita - Angelo della battaglia del fumettista giapponese Yukito Kishiro. Oltre 50 anni di cinema, più di 30 da regista, ogni volta un’opera diversa. Con gli stessi ideali di sempre. Clint Eastwood, affiancato da Bradley Cooper, torna in pista, al soldo dei trafficanti di droga: Il corriere - The Mule. Remì, la storia è nota, ma ancora commuove. Funziona la versione live action di Antoine Blossier.   Green Book, on the road attraverso l’America razzista degli anni ’60. Un viaggio dell’anima, con due splendidi protagonisti: Viggo Mortensen e Mahershala Ali. Candidato a 5 premi Oscar. Dalla vita agiata nei giardini di Buckingham Palace alle lotte tra cani nei sobborghi londinesi Rex - Un cucciolo a palazzo. Favola ambientalista per il francese Gilles De Maistre, Mia e il leone bianco: al cuore di grandi e piccini, un ruggito per la salvezza.

Per la nostra rassegna dedicata al cinema di qualità, Assolutamente sì – Il cinema da non perdere.  Nanni Moretti con Santiago, Italia si confronta con il golpe in Cile dell'11 settembre 1973. Un documento corale, forse profetico, per rendere il passato sempre più attuale e Old Man & The Gun, Robert Redford ha dichiarato che non comparirà più sul grande schermo. La fine di una carriera, di un'epoca, di un immaginario.

      

Il sogno di james cameron

Per gli orari di proiezione clicca qui

Quello di Alita: Angelo della Battaglia - e di una Iron City che è un po' come la Los Angeles di Blade Runner, se solo al posto di Los Angeles ci fosse stata Città del Messico o Panama City, e il sole avesse preso il posto della pioggia incessante - è un mondo dove convivono umani e cyborg, e dove il commercio di parti anatomiche, di pezzi di corpo, che siano di carne o bionici, è all’ordine del giorno. Il corpo stesso di Alita sarà centrale nella sua percezione di sé e nel suo rapporto con gli altri. E, quindi, nella sua concezione dell’amore.

L’amore filiale, che Alita sviluppa immediatamente per il suo salvatore dottor Ido, e che ricorda tanto certe cose di Rodriguez, e quello più romantico e sensuale per Hugo, che invece sembra quasi la versione cyberpunk di quello tra Rose e Jack, con le differenze tra i corpi, un cyborg feroce e un villain aereo e crudele al posto delle diverse classi sociali, di un fidanzato geloso e di un destino a forma di iceberg..

Funziona, questo strano cyborg di film che nasce dall'unione tra il corpo di Rodriguez e la testa di Cameron, o viceversa, o della pancia e del cuore dei due: giratela pure come volete.

 

AMERICAN (s)DREAM

Per gli orari di proiezione clicca qui

Primissima immagine. I fiori, poi la casa, quella di Gran Torino, con la bandiera americana. Caro vecchio Clint, conservatore e sempre all’avanguardia.

Nel film, diretto e interpretato da Eastwood con Alison Eastwod (figlia anche nella realtà), Bradley Cooper e Tessa Farmiga, il protagonista, il più che ottantenne Earl, rimasto solo e al verde, ha delle assonanze con il personaggio di Gran Torino, Walt Kowalski. Lo sceneggiatore è lo stesso: Nick Schenk, che attinge a piene mani da una storia vera pubblicata dal New York Times: un veterano della seconda guerra mondiale diventato uno spacciatore di droga e corriere per la famiglia Sinaloa.

Earl, come Kowalski, è razzista: i negri sono sempre negri, lo è in modo meno collerico, più rassegnato, con quella luccicanza che lo salva in questa America dalle promesse non mantenute. Il post Obama lo ha rovinato finanziariamente. Ha annientato il suo lavoro (le vendite online hanno fatto calare drasticamente gli ordini dei suoi magnifici gigli): la sua passione per i fiori gli ha lasciato una minaccia di pignoramento ed è troppo tardi per rimediare alle assenze, come padre e marito.

Solo Eastwood può farci credere che nonostante tutto gli eroi siano tra di noi, spesso con un destino beffardo. In fondo all’anima è rimasto il cowboy di Sergio Leone, l’attore che ha osservato e imparato dagli altri.

 

“DOLCE REMI, PICCOLO COME SEI, PER IL MONDO TU VAI”

Per gli orari di proiezione clicca qui

Chi non ricorda questa sigla? Era il lontano 1979 quando uscì su Rai1 il cartone Remì, una serie tv tratta dal romanzo Senza famiglia di Hector Malot e prodotta dalla Tokyo Movie Shinsa.

Tanti anni sono passati da allora, ma la dolce melodia fa parte ormai della nostra memoria e il tenero bambino orfano rapito ancora in fasce per ordine dello zio che vuol diventare l’unico erede delle fortune di famiglia è ormai un evergreen.

Tra le tante versioni ora arriva anche quella del regista francese Antoine Blossier che ha adattato il celebre romanzo al cinema. 

Oltre ovviamente al fedele cane Capi e alla scimmietta Joli-Couer accompagnerà Remì, qui interpretato dal bravo Melaume Pasquin per la prima volta sul grande schermo, nel lungo viaggio attraverso la Francia il signor Vitali, un violinista artista di strada che diventerà il suo maestro di vita. A vestire i panni di quest’uomo apparentemente burbero, ma in fondo buono, è il grande attore francese Daniel Auteuil.

La storia, lo sappiamo, è triste e strappalacrime. E Blossier riesce nell’intento. Impossibile resistere  e non affezionarsi alla tenerezza di Remì, un anima candida con una bella voce, e allo stesso modo non possiamo non innamorarci del signor Vitali, l’uomo che ha “affittato” il bambino e che gli insegnerà a cantare.

Insomma il tempo passa, le storie universali rimangono.

 

La strada e’ vita

Per gli orari di proiezione clicca qui

Che cos’è il Negro Motorist Green Book? Un manuale, un vademecum per una vacanza “senza pensieri”. Per persone di colore. Negli anni Sessanta elencava gli alberghi e i locali dove ci si poteva rilassare senza entrare in contatto con i bianchi. Era indispensabile, specialmente per gli automobilisti che sceglievano di andare nel profondo Sud degli Stati Uniti: l’America razzista.

Ma alcuni andavano già oltre le apparenze, come il buttafuori italoamericano Tony Lip (Viggo Mortensen) e il pianista afroamericano Don Shirley (Maershala Ali).  Dalla loro amicizia nasce Green Book.  L’artista e l’uomo di strada, gli opposti che si scontrano per poi attrarsi, e creare un legame forte. Lip e Shirley si studiano, si conoscono, diventano migliori, in un on the road attraverso le ipocrisie e la discriminazione. E, mentre il paesaggio fuori dal finestrino continua a mutare (deserto, boschi, città, paesi, campi e case di ricchi proprietari terrieri), i due imparano a comprendersi, a comunicare. “La strada è vita”, scriveva Jack Kerouac in On the Road. Per i protagonisti non conta la meta, ma il viaggio, non solo “geografico”. Percorrono grandi distanze, per un paio mesi condividono ogni istante della giornata. Il regista Peter Farrelly (questa volta senza il fratello Bobby) abbandona i toni da commedia demenziale (Tutti pazzi per Mary, Lo spaccacuori, Scemo & + Scemo 2) per mettere in scena un racconto umano, pieno di sentimento, con una coppia di attori di grande talento. Un film che fa bene all’anima.

Candidato a 5 premi Oscar: miglior film, migliore attore protagonista (Mortensen), migliore attore non protagonista (Ali), miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio.

 

CORGI REALE

Per gli orari di proiezione clicca qui

Ha un portamento nobile, una pancia morbidosa e una dentatura perfetta. E’ un Corgi reale, il preferito della Regina Elisabetta II d’Inghilterra. Questo cucciolo si chiama Rex e conduce insieme ad altri tre eletti a Buckingham Palace un’esistenza che: altro che vita da cane! La sua posizione altolocata gli permette infatti di vivere come una star con tanto di letto rialzato e ciotole ricolme di gelatina gustosissima.

Ben presto però lo spavaldo Rex si troverà dall’altra parte della barricata: tra i cani randagi delle strade di Londra e poi rinchiuso in un canile.

Per giustificare questo repentino cambio di scena il regista Ben Stassen (Le avventure di Sammy, Big Foot Junior) insieme al co-regista Vincent Kesteloot  ricorrono all’escamotage dell’incidente diplomatico. Durante una cena ufficiale con Donald Trump il piccolo Corgi rifiuterà le avances della zoticona cagnolina del presidente degli Stati Uniti e in una fuga rocambolesca morderà lo stesso proprio sui suoi “Paesi Bassi”.

 

IL LEONE E LA BAMBINA

Per gli orari di proiezione clicca qui

E’ una favola ambientalista quella di Mia e il Leone bianco. Il regista francese Gilles De Maistre ci racconta la storia di una bambina di undici anni di nome Mia (Daniah De Villiers), figlia di due allevatori (interpretati dalla brava attrice francese Mélanie Laurent e dall’inglese Langley Kirkwood), che sviluppa un forte legame con un leoncino bianco. I genitori, testimoni della nascita di questa profonda amicizia, iniziano a preoccuparsi di cosa accadrà quando il cucciolo crescerà. Proprio per questo un giorno il padre decide di venderlo ai cacciatori. Per renderlo libero Mia intraprenderà insieme al suo amico leone una folle e pericolosa fuga dall’allevamento verso una riserva naturale.

Una produzione ambiziosa durata tre anni ha dato vita a un film per famiglie più che a un documentario dove al centro c’è una splendida storia d’amore tra un predatore selvatico e una bambina senza alcun effetto speciale. Per farlo il regista si è avvalso dell’aiuto di Kevin Richardson, uno zoologo sudafricano che ha lavorato con oltre cento leoni negli ultimi venti anni e sulla vita del quale lo stesso De Maistre aveva girato un doc intitolato L’uomo che sussurrava ai leoni. Così , lavorando insieme in Sud Africa nella “Welgedacht Reserve”, hanno iniziato a filmare il cucciolo di leone quando era molto giovane e hanno pian piano costruito un legame tra lui e la bambina, trattando l’animale come un attore reale che a poco a poco si è abituato alle telecamere, ai microfoni e al set.

 

 

 

 

 

Speriamo di assicurarvi Buon Divertimento con le nostre proposte cinematografiche.

 E lo spettacolo continua...

+39 3806352988

Le prenotazioni non danno diritto al posto assegnato. Le prenotazioni telefoniche si ricevono dal lunedì al venerdì dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Tramite Whatsapp, SMS e e-mail si possono invece effettuare in qualsiasi momento con il solo limite di un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. I posti non sono numerati.

Casella di testo: Casella di testo: Agiscuola Emilia Romagna
Il cinema incontra la scuola

Proiezioni mattutine per le classi scolastiche
Per saperne di più clicca

qui

Casella di testo: Do you speak english?
V. O.
Versione originale
Tutti i Lunedì Proiezione film in lingua originale
(con sottotitoli 
in italiano)

Lun. 18/02 
Ore 21,00

THE MULE
IL CORRIERE
Casella di testo: Parlez vous francais?
Casella di testo: Hablar espanol?
Casella di testo: Sie sprechen Deutch?